03 gennaio 2013

Il tipo Sepia: caratteristiche psicologiche del rimedio omeopatico

Ciao, oggi parlo del rimedio omeopatico Sepia (Seppia/Sepia Officinalis) che, come tutti i rimedi omeopatici, può essere preso a varie diluizioni per lavorare su diversi livelli: corpo o psiche. Io sono particolarmente interessata agli aspetti psicologici dell'omeopatia, quindi troverete poco riguardo i sintomi fisici e al contrario una descrizione molto dettagliatta delle problematiche comportamentali, inconsce e psicologiche del tipo caratteriale collegato al rimedio Sepia. Buona lettura, Sab

Sepia è una sostanza di origine animale estratta, come dice lo stesso nome, dall'inchiostro di seppia (o “nero di seppia”); si tratta infatti proprio del liquido nerastro che le seppie utilizzano a scopo difensivo nel momento in cui si sentono attaccate da altri predatori. E’ usata in omeopatia per risolvere una serie di problemi legati alle disfunzioni ormonali, che hanno ricadute sul piano neurologico (emicrania, ansia, depressione), sulla digestione, sulle vie urinarie (cistiti), e così via; quindi risulta particolarmente utile per le donne, soprattutto nei periodi critici della gravidanza e della menopausa, o per curare i disturbi mestruali. Le sue proprietà terapeutiche sono note sin dall'antichità, infatti la si ritrova citata in opere risalenti al periodo greco o romano: Aristotele fu uno dei primi a descrivere sia la seppia in sé sia le modalità di impiego nel suo inchiostro nerastro.

La sepia è composta essenzialmente da melanina che contiene magnesio e calcio, agisce su diversi disturbi dell’organismo che impediscono alla tipologia sepia di vivere una vita normale. Di seguito prenderemo in considerazione soprattutto l'aspetto psicologico del tipo Sepia, che è in genere una donna che anestetizza le proprie emozioni per non far uscire la rabbia repressa che deriva da problemi irrisolti in passato, questo le provoca stanchezza fisica e mentale, apatia e scarsa motivazione.

Il "tipo" Sepia è fondamentalmente un pessimista. E' spesso triste e angosciato, ha una forte tendenza al pianto, si sente rassegnato, come il Natrum Muriaticum detesta la consolazione, prova pochi interessi e ogni cosa lo annoia. Tutto gli appare nero come l'inchiostro, nero è il suo umore e non fa nulla (non riesce a fare nulla) per reagire. Ha un forte desiderio di evasione, vorebbe scappare, allontanarsi da tutto.
Sepia è un rimedio per la depressione, per problemi ormonali come sindrome premestruale, per frigidità, per la stanchezza generale.
Il comportamento di Sepia è la fatica a fare qualsiasi cosa e riluttanza verso tutti, e soprattutto la sua irritabilità con il coniuge.
Sepia ha paura di impazzire, ha paura della povertà e della solitudine.
Sepia ha sonno durante il giorno e la sera. Ma il sonno è agitato, i sogni che possono essere brutti, terrificanti o volgari. Può svegliarsi con una sensazione sgradevole e non riuscir più a dormire. Di giorno quindi è molto stanco, con la sensazione di non aver avuto un sonno riposante.
Sepia spesso assume il ruolo di martire nella vita e si sente stordito dalle proprie responsabilità. Ha un profondo risentimento dentro di se e lo vive come anestetizzandosi al dolore. Sepia non si ricorderà niente di tutto ciò che l'ha fatto soffrire.

Sintomi di Sepia:
disturbi dopo la nascita dei primi due figli. difficoltà a dormire, bruciore di stomaco, cistite e perdita involontaria di urina, disturbi mestruali, basso desiderio sessuale, eruzioni sul viso prima delle mestruazioni, rabbia ingiustificata.
Seppia è lunatico, senza energia, sente avversione al marito e ai figli, ha difficoltà a parlare delle loro difficoltà e sembra essere stato anestetizzato (dimenticato i suoi brutti ricordi)

Biotipo di Sepia:
Sepia è definito come persona alta, snella, con i capelli scuri e gli occhi scuri. Le donne Sepia sono attraenti, eleganti. Siedono con le gambe incrociate.

Sepia non può mangiare latte e carne di maiale.

Peggiora con giorni nuvolosi e prima delle mestruazioni.
Migliora con il calore, quando fa attività fisica e con l'aria fresca.

Sepia può avere una combinazione di due diverse personalità:
 - Uno è orientato verso la propria carriera e si sente soddisfatto con il proprio lavoro. Si tratta di persone difficili da capire, sono bravi a nascondere la loro vulnerabilità.
 - L'altro si sente oppresso dal suo senso del dovere di moglie e/o di madre, senza tempo libero da dedicare a se stesso.

Sepia non riesce ad uscire dal suo stato di stasi, l'unica cosa che funziona è arrabbiarsi. Non è in grado si sentire altro. La rabbia è l'unica emozione che può ancora attingere la poca energia che ha nel suo stato di esaurimento. La rabbia le fa sentire qualcosa ed è meglio che il nulla, che di solito sente. Per Sepia, almeno la rabbia è qualcosa che può sentire. E la rassicura che è viva. Per il breve tempo che è arrabbiato o in una rissa, è sollevato dalla disperazione di vivere l'esistenza morta senza alcun sentimento.

E' facilmente arrabbiata al mattino.
Stranamente migliora con lo sforzo fisico.
Sepia ha bisogno di avere il suo sfogo di rabbia, è una brutta idea provare a consolarla, peggiora la situazione.
La sua rabbia è rivolta ai componenti della famiglia, deve buttare benzina sul fuoco probabilmente per risolvere dei problemi irrisolti in passato, forse rimossi.

Spesso, i livelli ormonali di sepia sono normali, ma il rapido cambiamento dello stato ormonale che avviene nel periodo premestruale, dopo aver partorito e in menopausa, la rende più instabile emozionalmente, perchè destadestabilizza i normali meccanismi di repressione che tengono a bada il dolore rimosso (in tutti noi).
Sepia è particolarmente incline alla rabbia e irritabilità, in quei periodi, mentre di norma è un tipo vivace e indipendente. Natrum, al contrario, è incline alla depressione in quei periodi, perchè il suo bisogno di amore e la sensazione di non essere amati è più grande del bisogno di indipendenza.

Quando Sepia è agitato, è con la stessa probabilità in lacrime o arrabbiato, e le sue lacrime scorrono facilmente, a meno che non si sia già sfogato emotivamente, in tal caso l'apatia emotiva prende il sopravvento.
Le lacrime sono spesso risultato di esasperazione e tensione più che per tristezza. Esse possono essere provocate dalla minima cosa che non va, soprattutto prima del mestruo.
I Sepia che hanno rinunciato alla loro naturale indipendenza soffrono di più i cambiamenti di umore relativi agli sbalzi ormonali, dal momento che sono quelli che hanno dovuto sopprimere di più la rabbia.

Molti tipi costituzionali sono inclini alla rabbia e alle lacrime in periodo premestruale: Natrum, Sepia, Lachesis e Alumina. Quando le lacrime vengono chiaramente represse, Natrum è spesso il tipo costituzionale. Mentre quando le lacrime fluiscono liberamente, e l'umore cambia improvvisamente e intensamente, sia Sepia che Lachesis devono essere considerati, e si solito sono facilmente distinguibili perchè il primo è freddo mentre in secondo è a sangue caldo.
Tuttavia ci sono molti casi intermedi, con un po' di pianto o irritabilità e umore lunatico, in cui uno dei rimedi citati precedentemente, o altri rimedi ancora, possono essere indicati. Sarebbe corretto conoscere più caratteristiche del caso specifico.

Sepia è sovente indicato quando una donna racconta di 'diventare un'altra persona' per una settimana o più prima del suo ciclo, durante il quale è un vero e proprio demone, scattando a chiunque, lamentandosi per la minima cosa e fracassando vetri in cucina.

Sebbene il suo problema sia dovuto alla rabbia repressa, spesso può essere alleviato o curato con Sepia in alta diluizione (presumibilmente il rimedio elimina parte della tensione nel sistema nervoso dovuta alla rabbia repressa, e riduce anche la fuoriuscita delle emozioni dalla barriera tra subconscio e conscio che si verifica nei momenti di flusso ormonale).

Il rancore può essere provato da vari tipi costituzionali, ma è caratteristico solo di alcuni, in particolare di Arsenicum, Natrum Muriaticum, Sepia e Nux. Sepia ha in realtà meno probabilità di Natrum a diventare rancoroso, perchè reprime di meno la rabbia. Quando perde le staffe la tensione è alleviata.
Sepia è più propensa ad entrare in periodi transitori di rancore, che finiscono velocemente, quando lei esplode, specialmente se riceve le scuse dalla persona verso cui lei provava rancore. Spesso il marito o ragazzo, che l'ha data per scontato in qualche modo, attivando così la tensione costante all'interno di lei, che deriva dalla compromissione della sua vera natura.
Natrum, al contrario, è più probabile che ingoia il suo risentimento per un lungo periodo, per paura di perdere l'amore del suo partner, e quando finalmente scoppia poi può tenere il muso per mesi, durante i quali nessuna quantità di scuse lo può placare.

Tenuto conto della tendenza di Sepia di ribellarsi contro il dominio dell'uomo, ci si aspetterebbe di trovare un gran numero di Sepia nel il movimento femminista. Questo è proprio vero, anche se sono superati in numero dai Natrum, poiché questi ultimi sono molto più comuni in generale. Come la femminista Natrum, la femminista Sepia di solito ha un intelletto acuto, con cui frusta i difensori del sistema patriarcale.

Se non altro, Sepia è più spassionato (imparziale, obiettivo) rispetto Natrum, che è più a rischio di essere governato da odio (Natrum è elencato nel repertorio di Ken in corsivo sotto la voce 'odio', mentre Sepia non è elencato proprio). Come Jenny, l'eroina seppia in 'Il mondo secondo Garp' (The World According to Garp, romanzo di John Irving, pubblicato nel 1978), le femministe Sepia tendono a voler chiarire la questione più ampia della politica di genere, mentre le femministe Natrum sono intento a vendicarsi. (Detto questo, ci sono molte femministe Natrum che si attengono alle questioni in modo ragionevolmente spassionato).

Se la donna Sepia ha compromesso la sua vera natura abbastanza a lungo, ella comincia a perdere il suo spirito. Quando ciò si verifica, lei sperimenta un affievolimento graduale della sua voglia di vivere. Comincia a vivere la vita sempre più come un robot, attraverso i gesti delle sue solite attività, senza entusiasmo o motivazione.
Visto che ha perso contatto con la sua forza vitale si sente fiacca sia mentalmente che fisicamente (apatia, fiacchezza, pigrizia), e le emozioni sono attentuate, producendo una sorta di indifferenza a tutto.
Questo è facile che accada soprattutto se Sepia è una casalinga che non ha interessi al di fuori della propria famiglia che la stimolino.

Quando ha figli smette di fare sport, non ha più tempo di scrivere le sue poesie, o forse l'ispirazione è diminuita gradualmente, e lei si dedica solotanto a dar da mangiare ai bimbi, cambiare pallonini o cucinare pappette.

Quando lei perde se stessa, Sepia inizia a preoccuparsi per il fatto che prova sempre meno per il marito e i figli, a parte l'irritazione. Lei perde anche il piacere a socializzare, a mangiare e bere, a fare l'amore.

Più va avanti e più si sente senza energie, e trova sempre più dura affrontare la giornata. Si alza la mattina e teme il giorno che ha davanti, perchè non ha energia e nessuna motivazione (A questo punto il miglioramento è evidente quando va a ballare o si impegna in una intensa attività fisica).
Sepia può anche non avere pazienza con i bimbi e ritrovarsi a urlare loro contro per una piccolezza. La sera cerca di essere allegra col marito ma non riesce a farlo per molto tempo. A letto non ha desiderio di fare sesso, e spesso rifugge il tocco del marito.
Mentre fa l'amore non sente nulla oppure le viene da piangere o arrabbiarsi.
La sua mente rallenta fino a che fa errori anche nel più semplice dei compiti: brucia la cena, mette candeggina nella lavatrice invece che ammorbidente, dimentica gli appuntamenti.

A poco a poco comincia a entrare nel panico perchè si sente di non poter far fronte a questo declino, diventa incline a piangere senza motivo apparente e piange ogni volta che dice ad un'altra persona come si sente.
All'inizio è in ansia per cose realistiche, ma via via che che si vede incapace a far fronte alle faccende quotidiane si attacca sempre di più ai timori.
Comincia ad aver paura che succeda qualcosa di terribile, o che suo marito la abbandoni. Si preoccupa troppo per i soldi e ha paura di essere pazza.
Può diventare molto agitata e sentire il bisogno di uscire di casa (presumibilmente perchè il suo lavoro casalingo e la sua identità come casalinga l'hanno privata di se stessa).

Alternativamente, potrebbe sviluppare agorafobia e provare terrore quando si trova fuori casa. Questo è collegato in parte con la sua paura di incontrare persone e di non essere in grado di far fronte alle loro aspettative sociali.
Una volta a casa può sentirsi veramente spaventata dall'avere visitatori, perchè non è più in condizione di parlare con loro.
Si ritira sempre di più e si sente ancora più spaventata quando è completamente sola. Vuole qualcuno vicino per rassicurarla, ma lei non vuole doverci parlare.

Addirittura può sentirsi così disperata da considerare il suicidio, anche se la sua ansia e depressione sono solitamente temperati da antidepressivi e sedativi prima che arrivi a farlo. Questi possono aiutarla a superare la giornata, ma quello di cui ha veramente bisogno è tornare in dietro nel tempo e ritrovare se stessa, e riorganizzare la sua vita per avere più tempo per se stessa.

La progressione di cui sopra varia da caso a caso. A volte l'ansia predomina sulla stanchezza, a volte il pianto è predominante, e a volte l'apatia e l'indifferenza sono la maggior caratteristica.

Alumina può essere facilmente confuso con Sepia, che anche lui è incline alla violenza verso chi ama, particolarmente prima del ciclo, e può pensare che la sua mente stia crollando. Ma la patologia mentale ed emozionale di Alumina è molto più seria di quanto visto in Sepia. Sepia è raramente sull'orlo della pazzia, non è così facilmente incline a pensieri di suicidio e non ha una fissazione sul tagliare e accoltellare. Lo stato pre-morboso della personalità Sepia è generalmente molto più integrato e sano di quello di Alumina.




Fonti:
Homeopathic Psychology: Personality Profiles of the Major Constitutional Di Philip Bailey (http://books.google.it/books?id=jNw9Fi3qnNAC&hl=it&source=gbs_navlinks_s) disponibile in vendita su amazon in italiano qui: http://www.amazon.it/Psicologia-omeopatica-personalit%C3%A0-maggiori-costituzionali/dp/8886893701/ref=sr_1_6?s=books&ie=UTF8&qid=1357120159&sr=1-6

Essays on the Physiological and Psychological Characteristics of the Homeopathic Materia Medica: SEPIA by Linda Johnston (http://www.minimum.com/reviews/essays-sepia1.htm)

http://www.enbuenasmanos.com/articulos/muestra.asp?art=1506
http://www.benessere360.com/sepia-omeopatia.html



14 commenti:

Anonimo ha detto...

Non si capisce nulla di quello che hai scritto. Mi sembra che tu abbia una grande confusione in testa!

Sabrina Vallenari ha detto...

Bello fare critiche come anonimo! Molto corretto soprattutto. Se non capisci quello che c'è scritto forse non capisci l'omeopatia, non è questione di confusione. Vai a leggere da qualche altra parte allora, senza dar fastidio a me.

Anonimo ha detto...

Questa è tutto fuorché omeopatia!

Anonimo ha detto...

Molto interessante, grazie! Mi piacerebbe avere delle linee guida per distinguere chiaramente Sepia da Pulsatilla. Una sorta di diagnosi differenziale, sempre dal punto di vista della psiche. Complimenti! Cesare

Me & I ha detto...

Il mio omeopata dopo ignatia amara, che mi ha aiutato a superare il dolore anzi per meglio dire la Disperazione per la perdita di mia madre, mi ha prescritto una bella cura di sepia... e leggendo ciò che hai scritto ti confermo che io mi sento proprio così.
Molto interessante, grazie.

Sabrina Vallenari ha detto...

Sono contenta che apprezzate il mio lavoro! Io sto studiando e quando capisco qualcosa lo metto sul blog. Per Cesare: Pulsatilla non l'ho ancora guardato come rimedio, ma posso consigliarti questo libro fantastico (anche se un po' costoso): Psicologia omeopatica. Profili e personalità dei maggiori rimedi costituzionali di Philip M. Bailey.
Per Me&l: che ne dici di farti aiutare da qualche fiorellino di bach? Se vuoi scrivimi una mail. Ciao ciao

Anonimo ha detto...

Quello che hai scritto è molto interessante, ma l'omeopatia non ha nulla a che vedere con la psicologia e con le tipologie. L'omeopatia cura il disturbo centrale, che è qualcosa di molto più profondo, sta sul piano dell'energia e non della psicologia.
I desideri e avversioni alimentari e le modalità sono importanti, ma secondarie rispetto alla falsa percezione e soprattutto alla sensazione profonda della persona, che si manifesta nel suo disturbo principale.
Sepia può essere utile a un uomo, a un bambino, a una donna, non ha senso caratterizzarla, anche con descrizioni fisiche come la bellezza el'eleganza.
Se vuoi imparare davvero l'omeopatia, ti consiglio di leggere i libri di Rjan Sankaran, l'organon e malattie croniche di Hahnemann e qualche materia medica e repertorio.
Comunque in bocca al lupo, è un mondo davvero affascinante.
Giorgio

Anonimo ha detto...

bellissima questa definizione di sephia; io ho sephia come simillimum e l'avere trovatio un omeopata unicista che mi ha prescritto questo rimedio mi ha salvato la vita da tutti gli aspetti negativi di sephia che hai elencato. Nn sono scomparsi ma sono latenti e conosciuti, non più inconsci e vi garantisco che è la cosa migliore: conoscere i propri lati bui e conviverci.

Simona Cuneo ha detto...

...l'omeopata mi ha appena prescritto sepia...ora ho capito perché. Centrato in pieno! Bellissimo post, complimenti e grazie.

Anonimo ha detto...

L'omeopata mi ha prescritto Sephia ieri. Mi sono rivista molto in tutto ciò che hai scritto. Quindi ti ringrazio tanto e ti invito a continuare. In bocca al lupo :)
da Torino

Anonimo ha detto...

ci curiamo da 30anni con l omeopatia e trovo molto esplicativo questa descrizione
OTTIMA

Anonimo ha detto...

Mi aggiungo al coro dei complimenti. Sono una neofita dell'omeopatia, molto felice di essere approdata a questo mondo. Purtroppo mi ritrovo tanto nel tipo Sepia e spero che le informazioni che ho trovato nel tuo blog possano essere sufficienti come autocura. Sei stata esaustiva e precisa, hai davvero stoffa. Brava. Gaia.

giorgio tsaldarakis ha detto...

Allora comprati degli occhiali

Dussizza ha detto...

Grazie mille, ho trovato quanto scritto chiaro ed esplicativo :-) Mi è servito ..